• 010 09 80 890 - 010 09 80 891
  • Via Renata Bianchi 46 - 16152 Genova Campi
  • Ambulatori: Lun-Ven: 8 - 20 Segreteria: Lun-Ven: 9 - 12 / 15 - 18

Ipermetropia

Cos’è l’ipermetropia?

L’ipermetropia consiste in un difetto visivo causato da un occhio più corto del normale, i cui mezzi diottrici hanno un potere di messa a fuoco troppo basso e nel quale le immagini vengono messe a fuoco dietro alla retina anziché sulla retina.


Come vede una persona ipermetrope?

Entro certi limiti l’occhio umano può correggere spontaneamente l’ipermetropia grazie ad un meccanismo di messa a fuoco natuale, detto accomodazione.
Tuttavia questa correzione è limitata e può essere messa in atto solo in caso di ipermetropie di livello medio-basso.
Dipende inoltre dalla capacità accomodativa disponibile, essendo strettamente correlata all’età di ciascuno di noi: è elevata nel giovane e diminuisce con gli anni, quando insorge la presbiopia.

È per questo che il soggetto ipermetrope vede bene (molti ipermetropi non sanno nemmeno di esserlo!) fino ai 40/45 anni ma poi, con l’avanzare dell’età, percepisce sfocate sia le immagini lontane che quelle vicine.

È importante sottolineare che una persona ipermetrope “sforza” molto di più gli occhi e la vista, e talvolta ciò è causa di frequenti cefalee e sensazione di “pesantezza” agli occhi.

In questi casi basta una visita oculistica approfondita per risolvere il problema.

Se vuoi avere maggiori informazioni clicca qui!

È possibile eliminare l’ipermetropia?

Assolutamente si.

È possibile eliminare definitivamente l’ipermetropia, e gli eventuali altri difetti visivi associati, come astigmatismo e presbiopia, grazie ad interventi divenuti negli anni estremamente precisi e sofisticati.

“Qual’è l’intervento giusto per me?”

Esistono diversi approcci e molte tecniche chirurgiche per correggere l’ipermetropia ed in generale i difetti visivi, dalla chirurgia laser corneale alla chirurgia del cristallino.

Per decidere qual’è l’intervento giusto per ciascuno di noi è necessario prendere in considerazioni svariati elementi, tra cui l’età, alcuni parametri anatomici dell’occhio e le esigenze visive (per esempio chi lavora al computer per molte ore ha necessità visive molto diverse rispetto a chi guida tutto il giorno).

Se vuoi avere maggiori informazioni clicca qui!

Copyright - In·Focus - P.IVA 02332530993 - Sviluppo by Consulenza Social Media